Nel corso di questo 2015, Facchini & Bregoli si occupata del restyling di un precedente bar nella provincia di Brescia, per un cambio gestione e messe a norma dello spazio e degli impianti. Tutto il lavoro, tutte le soluzioni arredative e di interior design sono state realizzate su misura, con riferimento in particolare a specchi, tavoli, bancone bar, lampadari e illuminazione, pareti attrezzate ecc.

Per l’idea creativa si è partiti da un ipotesi di distribuzione sia dei posti a sedere, che dello spazio lavoro per il bancone (si vedano le tavole nella fotogallery di questa stessa case history d’arredamento).

I toni utilizzati sono prevalentemente: bianco, nero e verde. Dove il bianco è corian, intonaco e legno, il verde è rappresentato da moss, lichene utilizzato principalmente in modo decorativo per soffitto e pareti, comunemente detto verde verticale; il nero è utilizzato invece come colore di contrasto, per far emergere i volumi dei bianchi e dei verdi degli arredi.

Per il locale servizi, sono state inserite porte scorrevoli nell’antibagno, poiché meno ingombranti, e cambiati tutti i sanitari (turca, lavandino in corian dupoint monoblocco, rubinetto elettrico a parete, nicchia su misura per asciugamani elettrico, termoarredo).

L’illuminazione del locale è stata studiata a lungo e pensata dimmerabile con un piccolo sistema bas che permette di creare scene a seconda degli orari e quindi delle occasioni e momenti in cui lo spazio può essere fruito (colazione, aperitivo, dopocena ecc.).

Di particolare interesse per questo tipo di servizio, un bar, nonché per la specificità di questo progetto è il bancone “blocco”. Questo è, infatti, stato realizzato in modo che risultasse indipendente dal resto dello spazio: il bancone si configura quindi come elemento separato e dominante. Ciò si è reso è possibile grazie al taglio nel soffitto e all’uso sapiente dell’illuminazione che, in alto, affiora da questo taglio delimitandone l’area rispetto al resto del soffitto, in basso, con illuminazione a led radente il battiscopa del bancone. In aggiunta, il pavimento è in gres porcellanato effetto legno presenta un motivo che è poi stato ripreso sul bancone, il quale è poi completato in corian per le nicche, piano lavoro, ante, alzate e mensole.

Grande sforzo in questo progetto arredativo di bar è stato quello di sfruttare al massimo il poco spazio disponibile. In questo senso, in particolare nella realizzazione del bancone, si è riusciti a far passare tutti gli impianti dietro alle attrezzature, le basi e gli arredi, evitando così al cliente spese di demolizione. Lo spessore risultante al di sopra del vano porta impianti del bancone, è stato sfruttato per ospitare le nicchie di alcolici, spine e versatili rastrelliere porta bicchieri e calici dal forte impatto estetico.

A completamento dell’effetto scenico di questo allestimento, vista la geometria lunga e stretta del locale, si è pensato di inserire un trompe l’oeil che desse l’impressione di uno spazio molto più ampio. Realizzato con eq-decor, una fibra altamente perfomante e tipicamente utilizzata su superficie esposte ad agenti esterni che potrebbero comprometterne le qualità, oltre che l’estetica: il risultato è una armatura di tessuto che dà vita ad una parete scenica che non teme polveri, liquidi, scoloramento da calore o fumi, ideale quindi per questo tipo di ambienti in cui il flusso di persone è alto e il comportamento non sempre controllabile.

Il cliente è stato seguito in ogni fase, dallo studio distributivo degli spazi, alla scelta di ogni singolo componente d’arredo, fino all’allestimento completo garantendo tempi certi di riapertura del locale, punto di forza del servizio chiavi in mano offerto dalla ditta Facchini e Bregoli.